IMG_20180617_095917 3

Angela Maggipinto

Bari

Mi presento
Sono Angela Maggipinto ho studiato Lingue e Culture per il Turismo presso l’Università degli Studi di Bari e sono una guida abilitata della Regione Puglia. Il mio non è lavoro, ma amore per la propria terra, andare in giro per far ammirare le bellezze di Puglia, è passione. Sono appassionata di arte, storia e culture. Svolgo questo lavoro dal 2003, con lo stesso amore ed entusiamo di sempre.
Le mie specialità? Passeggiate culturali nei vari borghi della Puglia, tour enogastronomici e anche bike tour.
Le lingue che conosco? Francese, Tedesco, Inglese.

Alcune delle mie proposte

 1. White Apulia
Avreste voglia di vedere il biancore di Puglia? Ecco una giornata in Valle d’Itria, il cuore del tacco dello stivale, attraverso borghi suggestivi dove la calce viva la fa da padrona. Tra Ostuni, città bianca per antonomasia, Martina Franca, una chicca del barocchetto pugliese fino all’incantevole Locorotondo, uno dei borghi più belli d’Italia.

2. Bari: porta d’Oriente
Il centro storico di Bari è un groviglio di viuzze, che collegano castello, cattedrale e Basilica, il luogo più importante della città detto anche quartiere Nicolaiano. Tra i vicoli vedremo anche la vita attiva e simpatica dei suoi abitanti tra rivenditori di pesce fresco e pasta fatta in casa.

3. In un frantoio pugliese
Ti piace visitare ma pensi che un territorio lo si apprezzi anche e soprattutto per le sue specialità? Ecco il tour che fa per te. Visita di un frantoio con degustazione dell’ottimo olio EVO pugliese, passando prima dalle fasi di lavorazione, per poi soffermarci a sentire gli aromi dei vini locali in una delle tante cantine regionali.

Il piatto tipico della mia zona.

Orecchiette alle cime di rape

Se vuoi provare a preparalo in casa ecco la ricetta

  • 500 g. di orecchiette (meglio quelle fresche che si trovano nel banco frigo )
  • 1 kg. di rape;
  • 1 confezione di acciughe senza lisca;
  •  pangrattato quanto basta.
    Mondate  le rape, prendendone la parte più tenera. Prendete un tegame dai bordi alti, riempitelo  di acqua per tre quarti, mettere a bollire e salare. Quando l’acqua raggiunge l’ebollizione aggiungete le rape e fatele  cuocere per 15/20 minuti circa. Controllate la cottura delle rape, aggiungete le orecchiette e continuate la cottura fino a quando la pasta non sarà al dente. Nel frattempo preparate la “mollica fritta”, ungete con pochissimo olio una padella antiaderente, mettete il pangrattato (5/6 cucchiai abbondanti) e cominciate a girare con un cucchiaio di legno a fiamma vivace. Attenzione perché il pangrattato brucia molto facilmente, deve diventare dorato.Altra operazione da fare qualche minuto prima che la pasta venga scolata è quella di soffriggere le acciughe.Prendete il pentolino di cui sopra (antiaderente), mettete abbondante olio evo, fatelo  riscaldare e soffriggete le acciughe (se volete un sapore più deciso potete prima soffriggere uno spicchio d’aglio e poi ci aggiungete le acciughe).Scolate la pasta, rimettetela  in pentola e a questo punto aggiungete l’olio di frittura delle acciughe e girate, lasciando riposare per qualche minuto per far insaporire le orecchiette.In seguito impiattate, disponete su ogni piatto le acciughine spezzettate e spolverizzare con il “pangrattato tostato”.

I miei contatti

Abito a: Bari

N. Patentino di abilitazione: 00285

Chiamami al: 3396182528
Mandami una e-mail: angelamaggi@libero.it