Beatrice Landini 2

Beatrice Landini

Firenze

Mi presento

Mi chiamo Beatrice Landini, ho 35 anni e Firenze è la mia città natale. Sono guida turistica da sei anni, un percorso iniziato nel 2014. Sono laureata e specializzata in Archeologia e dopo aver girato un po’ per il mondo facendo esperienza in vari scavi ho sentito la mancanza della mia città, quindi ho iniziato questa stupenda professione che mi permette di condividere il mio amore per la storia e l’arte.
Le mie specialità? Itinerari d’arte e storia, aneddoti curiosi sulla città.
Le lingue che conosco? Inglese

Alcune delle mie proposte

  1. Palazzo Pitti: mitologia alla corte dei medici (2 ore e mezzo)
    Non si può parlare di Firenze senza parlare dei Medici. Una famiglia che ha modellato il Rinascimento e ha fatto di Palazzo Pitti il proprio palazzo reale. Nella Galleria Palatina possiamo scoprire insieme la loro passione per l’arte e il collezionismo, seguire la storia dinastica della famiglia e leggere il loro programma di propaganda nei bellissimi affreschi barocchi di Pietro da Cortona. La quadreria ci offre capolavori di Tiziano, Raffaello, Caravaggio, Andrea del Sarto, solo per citarne alcuni.
  2. Firenze fra amori e complotti (2 ore e mezzo)
    Una passeggiata da un capo all’altro della città parlando dei luoghi che sono stati teatro delle storie d’amore e degli intrighi più famosi di Firenze. Quante donne aveva Pietro Leopoldo? Come facevano a incontrarsi segretamente Francesco dei Medici e la sua amante Bianca Cappello? Chi amava la bella Simonetta, ispirazione di Botticelli e come si svolse la congiura dei Pazzi? Un percorso attraverso la storia e gli intrighi, senza dimenticare la coppia più famosa di Firenze, Dante e Beatrice!
  3. La città di Pistoia (3 ore)
    Pistoia si trova a circa 30 km da Firenze ed è un gioiello di tradizioni e arte. Vi sorprenderà con la sua storia e le sue chiese romaniche, nasconde opere importanti come il famoso pulpito di Giovanni Pisano datato 1301 e la stupenda Visitazione quattrocentesca di Luca della Robbia. Divenuta parte del percorso della via francigena con l’arrivo della reliquia di San Jacopo fu centro di commerci e polo di attrazione di maestranze. Gli stessi Ghiberti e Brunelleschi contribuirono a creare opere per il famoso Tesoro di San Jacopo. Fra antiche chiese, caffetterie storiche e negozi in stile liberty passeggeremo scoprendo le storie che fanno Pistoia famosa al tempo di Dante e arriveremo in Piazza della Sala, il cuore pulsante della città, un tempo centro politico longobardo ed oggi centro commerciale e luogo di ritrovo.

Il piatto tipico della mia zona

Panzanella, un piatto semplicissimo estivo e rinfrescante.

Se vuoi provare a preparalo in casa ecco la ricetta

Prendete il pane e mettetelo  a bagno per una decina di minuti in acqua acidulata con aceto di vino bianco, secondo i gusti. Strizzate il pane, sbriciolate con le mani e versatelo in un’insalatiera capiente. Affettate  sopra i pomodori, la cipolla, il cetriolo e condite con olio, sale e pepe. Mescolate  e guarnite col basilico. Una raccomandazione: si serve freddissima.

I miei contatti

Abito a: Firenze

N. Patentino di abilitazione: 50824

Chiamami al: 3397849848
Mandami una e-mail: beatrice.landini83@gmail.com