Maria Merlini 2

Maria Merlini

Certaldo Località Betto (FI)

Mi presento

Mi chiamo Maria Merlini sono nata il 28 giugno 1968 e abito nella campagna intorno a Certaldo (Firenze), in un piccolo paese – Betto – dove la mia famiglia è presente da ben trecento anni! Le mie grandi passioni, fin dall’infanzia, sono due: l’amore per la campagna e la storia dell’arte (un colpo di fulmine!). La passione per la storia dell’arte mi ha permesso, nel 1995, di conseguire la laurea in Storia dell’Arte presso l’Università di Siena. Il desiderio di trasmettere agli altri la bellezza, il valore e il significato dell’enorme patrimonio di cui il mio territorio è ricco mi ha portato a diventare Guida Turistica. Nel 1998 sono diventata Guida Turistica per Siena e la sua provincia; a questa faranno seguito – 2004 e 2006 – le abilitazioni per Firenze e Pisa.
Le mie specialità? Tour storico-artistici legati alla valorizzazione delle eccellenze di quella che io amo definire la Toscana “migliore”: borghi, castelli, pievi, abbazie.
Le lingue che conosco? Francese.

Alcune delle mie proposte

  1. Firenze insolita
    Chi davvero vuol conoscere Firenze deve uscire dalle vie e dalle piazze più note del centro e, valicato l’Arno, inoltrarsi nel cuore più vero della città: l’Oltrarno. E’ qui che si respira l’aria della Firenze più vera, quella dei piccoli negozi, degli artigiani e degli artisti (orafi, pittori, tipografi, restauratori, calzolai…), delle trattorie e dei caffè, con i loro tavoli lungo le strade che la sera si riempiono delle voci dei tanti fiorentini che abitano nelle antiche case dei “borghi” dell’Oltrarno. E’ la Firenze dei giardini e dei panorami mozzafiato, quelli che si possono godere dal Piazzale Michelangelo, dal romantico Giardino delle Rose e dalla vicina Chiesa di San Miniato al Monte, antichissima e bellissima nella sua veste di marmo bianco e verde. La visita guidata inizia dall’alto, dal Piazzale Michelangelo, dove lo sguardo è libero di spaziare sull’intera città e le verdi coline che la circondano: dalle cupole verde-rame della Sinagoga ebraica, al Campanile di Giotto, dalle Cappelle Medicee alla chiesa di Santa Croce, dal Ponte Vecchio agli antichi bastioni delle mura medievali che, inerpicandosi lungo la collina, raggiungono l’imponente Forte Belvedere. Lo spettacolo di scorci e panorami inediti non finisce qui ma continua lungo il percorso che ci porta verso il Monte alla Croci, il colle sovrastato dalla splendida e antica Basilica di San Miniato al Monte, la più bella – a nostro avviso – fra tutte le chiese di Firenze, scrigno di marmo e pietra verde che racchiude al suo interno capolavori assoluti.
  2. Certaldo (Firenze)
    Patria dello scrittore Giovanni Boccaccio, autore del Decameron, Certaldo si trova a 12 km da San Gimignano, a cavallo fra le province di Siena e Firenze, lungo il tracciato dell’antica via Francigena. Lontano dai ritmi frenetici e usuranti del turismo di massa Certaldo Alta conserva intatto il fascino del borgo medievale, con case e palazzi in cotto risalenti al XIII, XIV e XV secolo. La visita guidata tocca i palazzi e le chiese più importanti del borgo: la Casa Museo di Giovanni Boccaccio; la Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo (metà del XIII secolo) dove venne seppellito Giovanni Boccaccio, il Palazzo Pretorio, già rocca dei Conti Alberti (1192) poi sede dei Vicari della città di Firenze (sec. XIII-XVIII) dove si conserva il Tabernacolo dei Giustiziati affrescato da Benozzo Gozzoli, pittore preferito da Cosimo il Vecchio della Famiglia Medici. Alla visita si potranno abbinare – su richiesta – assaggi di marmellate e confetture a base di Cipolla di Certaldo D.O.P.
  3. L’oro verde di Toscana: alla scoperta dell’olio extra vergine di oliva
    Questo tour è pensato per coloro che vogliono capire cosa sia davvero l’olio extravergine di oliva. Per questo motivo ho pensato di portarvi a spasso fra i miei olivi in modo da farvi toccare con mano, direttamente sul campo, tutto ciò di cui abbisogna l’olivo e, di conseguenza, il suo frutto prezioso: l’oliva. Quali sono le operazioni a cui è necessario sottoporre l’olivo affinché dia tanti e buoni frutti? Quando e come si raccolgono le olive? E quanto tempo deve passare fra la raccolta dell’oliva e la sua frangitura? Paleremo di olio ma anche di paesaggio, quello splendido e armonioso che circonda i nostri olivi e le nostre vigne: perché in Toscana olio e paesaggio sono un binomio inscindibile. Da dove nascono tanta bellezza e armonia? Tranquilli, ve lo spiego io! Chiuderà il tour una degustazione guidata del nostro extravergine di oliva, naturalmente in compagnia di tutta la famiglia !

I miei contatti

Abito a: Certaldo frazione  Betto (Firenze)

N. Patentino di abilitazione: Guida Turistica Autorizzata Firenze e provincia – Pisa e provincia – Siena e provincia

Chiamami al: 347 1464195
Mandami una e-mail:
guideintoscana@gmail.com
maria@guideintoscana.it
mariamerlini@pec.it
Cercami su:

  •  www.guideintoscana.it
  • www.guidestoscane.fr
  • Fb: MariaMerlini
  • Instagram: guideintoscanamariamerlini