Vittorio Camacci 2

Vittorio Camacci

Arquata del Tronto

Mi presento

Mi chiamo Vittorio Camacci e la zona dove esercito da più di vent’anni la professione di guida turistica, ambientale, escursionistica, spazia tra le regioni Lazio, Umbria, Marche ed Abruzzo, nel parco del Gran Sasso e Monti della Laga e nel parco dei monti Sibillini. Sono nato e vivo da sempre a Spelonga (AP), piccolo villaggio a nord dei Monti della Laga, nel 1964. Collaboro da oltre un decennio, come corrispondente di corsa, con una delle riviste più importanti del panorama nazionale, sono stato anche ideatore, speaker e commentatore di eventi sportivi e manifestazioni folkloristiche. Mi piace comporre versi che parlano anche di antichi usi e consuetudini lavorative del passato.
Il mio motto è : ” Tutti vogliono tornare alla Natura … ma nessuno vuole andarci a piedi ” . La mia missione è : ” Farceli tornare di corsa ! ” .
Le mie specialità? Itinerari naturalistici

Alcune delle mie proposte

  1. Alla scoperta dei Monti della Laga e del Gran Sasso
    Punto di partenza è la città di Ascoli Piceno, gioiello italiano con il suo centro storico di origine medioevale costruito in travertino. Da Ascoli Piceno è possibile vedere la nostra prima meta: il Colle San Marco. Poi si arriva alla Montagna dei Fiori, siamo già in Abruzzo. Attraversiamo poi un territorio ancora incontaminato e pressoché sconosciuto, nonostante la sua grande bellezza, alla quale contribuisce il torrente Castellano ( secondo molti è ad esso che Dante ha pensato per descrivere il fiume verde del terzo canto del Purgatorio della Divina Commedia ). Costeggiato  il fiume, dopo aver superato il Lago di Talvacchia,  giungeremo a Valle Castellana ( Monti della Laga ) un piccolo borgo abruzzese dove il tempo sembra essersi fermato. Proseguiremo per Capanna di Ceppo e da qui per la lunga strada che costeggia i Monti della Laga e poi  si sale fino a Pietracamela, uno dei borghi più affascinanti d’Italia, proprio alle pendici del sontuoso Gran Sasso.
  2. Avventure sui Monti Sibillini
    Anche questo itinerario parte da Ascoli Piceno da dove seguiremo il cammino dell’ antica strada consolare romana Salaria per Acquasanta Terme, Arquata del Tronto e da qui in direzione Forca di Presta fino ai Piani di Castelluccio.  I silenzi delicati, le sfumature di colore delle acque, la magnifica pianura, che nel periodo della fioritura (maggio-luglio) si punteggia di papaveri, fiordalisi, margherite e soprattutto di lenticchie (le lenticchie di Castelluccio sono un a prelibatezza italiana) caratterizzano questa zona. Tutte queste bellezze offrono ai viaggiatori un racconto naturale che non ha eguali in Europa. Castelluccio sorge al centro di una grande depressione, circondata da rilievi che toccano abbondantemente i 2.000 metri. Da qui parte il percorso più breve per raggiungere le vette dei Sibillini, il Lago di Pilato e le Gole dell’ Infernaccio, ovvero le gole incise dal fiume Tenna.

Il piatto tipico della mia zona

Spaghetti all’ amatriciana.

Se vuoi provare a preparalo in casa ecco la ricetta

  •  500 g di spaghetti;
  • 125 g di guanciale;
  • un cucchiaio di olio di oliva extravergine;
  • un goccio di vino bianco secco;
  • 6 o 7 pomodori San Marzano o 400 g di pomodori pelati;
  • 100 g di pecorino grattugiato;
  • un pezzetto di peperoncino e sale.

Mettere in una padella, preferibilmente di ferro, l’olio, il peperoncino ed il guanciale tagliato a pezzetti. Rosolare a fuoco vivo. Aggiungere il vino. Togliere dalla padella i pezzetti di guanciale, sgocciolare bene. e tenerli da parte possibilmente in caldo. Unire i pomodori tagliati a filetti e puliti dai semi. Aggiustare di sale, mescolare e dare qualche minuto di fuoco. Togliere il peperoncino e rimettere dentro i pezzetti di guanciale; dare ancora una rigirata alla salsa. Lessare intanto la pasta, bene al dente in abbondante acqua salata. Scolarla bene  e metterla in una terrina aggiungendo il pecorino grattugiato. Attendere qualche secondo e poi versare la salsa. Rigirare e per chi lo desidera aggiungere ancora un po’ di pecorino.

I miei contatti

Abito ad Arquata del Tronto (AP)

N. Patentino di abilitazione: 02

Chiamami al: 3476893408
Mandami una e-mail: vittoriocamacci@libero.it