perin c

Chiara Perin

Torino

Mi presento

Mi chiamo Perin Chiara, ho 27 anni e sono guida abilitata da 6. Il mio territorio di competenza è la provincia e città di Torino. Torino è la mia città, quando ci passeggio o mi soffermo mi batte il cuore, perché ogni scorcio, anche quello più sconosciuto è in grado di lasciarti qualcosa. Torino custodisce molti musei che sono unici in tutto il territorio italiano: il museo Nazionale dell’Automobile, il Museo Nazionale del Cinema, Il Museo Nazionale del Risorgimento e il magnifico Museo Egizio.
Torino è una città poliedrica, qui si può praticare sport, si possono mangiare cibi unici, visitare luoghi carichi di storia ed emozioni.
Le mie specialità? Itinerari d’arte, curiosi ed enogastronomici.
Le lingue che conosco? Francese.

Alcune delle mie proposte

  1. Torino dal basso verso l’alto.
    Graziosa passeggiata a piedi alla scoperta di Torino com’era e come è adesso. Attraverso leggende, curiosità e storia, per poi finire in alto! Salita in mongolfiera per vedere la città dall’alto! (in alternativa salita alla Mole o sul Campanile del Duomo).
  2. Torino aneddotica.
    Tour a piedi del centro storico alla scoperta delle mille storie più una che hanno reso grande la città di Torino. Si parte dai romani per poi arrivare fino ai giorni nostri. Passando per palle di cannone, litigi, amori e opere di carità.
  3. Tour del museo dell’automobile.
    Meraviglioso museo nato agli inizi del 1900 per dare vita alla collezione di Carlo Biscaretti di Ruffia. Il percorso si snoda su 3 livelli. Con itinerari differenti tra di loro ma collegati, così da far vivere ai visitatori un viaggio incredibile nel tempo .

Il piatto tipico della mia zona

Paste di meliga

Se  vuoi provare a preparalo in casa ecco la ricetta

  • 500 g farina 00
  • 80 g acqua
  • 5 g sale fine
  • 200 g burro
  • zucchero di canna o semolato
  • 160 di Lievito madre oppure 3 g lievito di birra secco

Sciogliere il lievito nell’acqua. Aggiungere il burro, il sale e la farina e impastare. Lasciare riposare per un paio d’ore. Tirare una sfoglia spessa 1 cm e larga 10. Ricavare dei piccoli grissini tagliando con la lama di un coltello o con un tarocco. A questo punto passarli sulla spianatoia coperta di zucchero, arrotolandoli con le palme delle mani aperte per assottigliarli a 15 cm circa e piegarli sovrapponendo le due estremità a formare una goccia. Spennellare i torcetti zuccherati con acqua tiepida o miele e cospargere ancora di zucchero. Lasciare lievitare ancora un’ora e infornare a 180°C per 15 minuti.

I miei contatti

Abito a: Torino

N. Patentino di abilitazione: 459

Chiamami al 3409533574
Mandami una e-mail: perinchiara91@gmail.com
Cercami su

  • www.immaginatorino.altervista.org/index.html
  • Fb: immaginatorino.visite guidate
  • Instagram: @guidaturisticachiara

Aggiungimi su Skype: chiara..00